Vende scoreggia online, diventa ricca ma finisce in ospedale

Vende scoreggia online, diventa ricca ma finisce in ospedale

12 Gennaio 2022 0 Di Marco

Questa è la storia di una ragazza intraprendente con un nome comune e un cognome che, per lo meno in italiano, è davvero tutto un programma. Si chiama infatti Stephanie Matto. E si è messa a vendere scoreggia online in barattolo, facendo anche parecchi soldi. Non immaginate quanti! Scopriamo questa singolare storia dal principio.

Chi è Stephanie Matto

Dovete sapere che negli USA c’è questo reality chiamato 90 Days Fiancé. Si tratta di un programma nel quale i concorrenti stranieri (non statunitensi) si devono fidanzare con uno / una statunitense e poi hanno 90 giorni di tempo per convolare a nozze. Se lo fanno, otterranno in cambio una Visa per gli Stati Uniti. Tutto chiaro? Bene. Stephanie Matto ha partecipato a questo programma ed è diventata anche piuttosto popolare.

L’idea di vendere scoreggia online

Insomma un bel giorno Stephanie, sempre alla ricerca di metodi innovativi per rendersi popolare e guadagnare denaro, ha deciso di vendere scoreggia online. I suoi, naturalmente. E scopre che il business funziona davvero. Sicchè, voi penserete, quanto potrà mai costare un scoreggia in barattolo? Siete certi di aver acquistato l’aria di montagna una volta, in occasione di una piacevole settimana bianca sulle vette alpine. Ma scoreggia, mai. Ebbene, sappiate che i scoreggia della signorina Matto costano ben di più della piacevole aria di montagna! Il fetore sulfureo degli effluvi che la signorina produce e vende, costano la bellezza di 756 sterline a barattolo (880 euro circa). 

LEGGI ANCHE  Come vendere foto di piedi su Twitter

Un business al quale “star dietro” con impegno

E insomma, il business andava così bene che Stephanie non riusciva più a star dietro (nel vero senso della parola) alla produzione. E c’era un periodo in cui la giovane produceva la bellezza di 50 barattoli la settimana. Come? Mangiando intere scatole di fagioli neri e bevendo inquietanti beveroni proteici.

Vendere scoreggia online è redditizio ma doloroso

Fino al giorno in cui i gas che fermentavano allegramente nelle sue budella hanno cominciato a procurarle dolori così forti che la giovane ha dovuto ricorrere alle cure mediche. Rivelando peraltro ai medici del pronto soccorso la sua inusuale nonché fantasiosa carriera di venditrice di scoreggia online. Certo, vendere scoreggia online è redditizio, ma se non avete le budella ben preparate, potrebbe dare adito a qualche problema di salute. Nonchè di convivenza pacifica con i vostri familiari e con chi divide camera e bagno con voi! Se non vi sembra praticabile questo business, potete sempre pensare di vendere foto di piedi online. Meno rischioso e ugualmente redditizio, senza alcun dubbio!

Fagioli neri? No grazie, meglio i lampascioni pugliesi

Se invece vi sentite risoluti e volete anche voi deliziare il prossimo con i vostri aromatici effluvi (a pagamento, ovviamente), potete sempre tentare con un ingrediente più italico e meno messicano dei seppur gustosi fagioli neri. Una buona idea è quella di provare a consumare un vaso intero di lampascioni sott’olio al giorno. Un vero e proprio toccasana per il vostro intestino che, se pigro e triste, ritroverà presto le energie “gassose” dei bei tempi andati. Tuttavia, se avete una vita sociale o meglio ancora amorosa, valutate bene i pro e i contro dell’ abuso delle deliziose cipolline pugliesi!

LEGGI ANCHE  Perché pagare online con Paypal conviene