Come vendere quadri online

Come vendere quadri online

28 Giugno 2021 0 Di Mel
Condividici
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •  
  •  

Se sei un’artista e ti piacerebbe sapere come vendere i quadri online, sei arrivato nel sito giusto: ti daremo tutte le indicazioni del caso per trasformare il tuo hobby in un vero e proprio business.

Come si fa a vendere i propri quadri?

Se ami dipingere, avrai senz’altro pensato almeno ad una volta a rendere redditizia la tua attività: se vorresti sapere come vendere i quadri online, guadagnando dalle tue opere, potrai intraprendere diverse soluzioni. La prima soluzione che ti proponiamo riguarda la realizzazione di un e-commerce: si tratta di un negozio virtuale che ti permetterà di rendere facile la vendita delle tue opere d’arte. Per realizzare un e-shop online non dovrai far altro che acquistare un dominio accattivante  – identificabile nel nome della tua attività – e organizzare al meglio la grafica e la struttura del sito. In tal caso, il nostro suggerimento è di affidarti ad un professionista del web che potrà garantirti un buon lavoro, ottimizzato per portare il maggior numero possibile di clienti interessati all’arte al tuo portale. In alternativa, però, vi sono pure tanti servizi che tramite website builder ti permettono di realizzare un sito in pochi passi, personalizzando colori, immagini e font per poi aggiungere i vari prodotti e le modalità di pagamento.

Come si fa a vendere opere d’arte?

Per vendere sul web i propri quadri, puoi anche scegliere di affidarti a dei siti che consentono di trasformare il tuo hobby in una vera e propria attività lavorativa a pieno tempo.

Qui di seguito ecco i siti che dovresti conoscere:

  • Etsy
  • ArtFinder
  • Saatchi Art

Tra i portali più conosciuti dagli artigiani e dagli artisti vi è proprio Etsy che è una piattaforma che consente di vendere in tutto il mondo oggetti fatti a mano, come i dipinti. Per vendere su questo sito è necessario registrarsi ed aprire il negozio: questa fase è gratuita, ma poi ci sono dei costi aggiuntivi come la commissione di vendita del 5%, la tariffa di inserzione e una commissione per i pagamenti tramite Etsy Payment. Un altro sito che potrai prendere in considerazione per vendere i tuoi dipinti è ArtFinder: questo sito conta più di 600 mila utenti che vendono i propri quadri attraverso un processo di selezione che consente di vendere solo i quadri più meritevoli. Per registrarsi al sito, potrai scegliere tra tre diversi piani tariffari a disposizione con costi differenti: Starter Plan (40% di commissione sull’opera venduta e 30 opere in vendita al massimo), Standard Plan (5 euro di costo mensile, 33% di commissioni di vendita e un catalogo illimitato di opere) e Professional Plan (costo di 12 euro al mese con 33% di commissione di vendita per ogni vendita).Terminiamo citando Saatchi Art che è un altro sito che consente di vendere in tutto il mondo i quadri. In tal caso, la piattaforma addebita il 35% di commissioni su ogni pezzo venduto. Ora conosci anche dei metodi alternativi per sapere come si fa a vendere opere d’arte.

Come stabilire il prezzo dei propri quadri?

Oggi attività indipendente ha dei costi fissi e richiede dell’impegno che porta via delle ore e giornate: proprio per questo è necessario saper quantificare quel tempo e denaro investito nella produzione dei quadri. Per sapere come stabilire il prezzo dei propri quadri, quindi, dovrai tenere a mente i costi utili che ti hanno permesso di realizzare  l’opera: in tal caso, colori, vernici, tele, pennelli, ma anche il tempo impiegato.

Esiste però anche un metodo – decisamente più matematico – che alcuni applicano per stabilire il valore delle proprie opere: si tratta della formula (base + altezza) x coefficiente x 10. In questo caso, la base e l’altezza devono essere valori in centimetri, mentre il coefficiente è attribuito dai galleristi in base al curriculum e all’esperienza dell’artista. Per ottenere un coefficiente d’artista potrai richiedere ad un critico oppure ad un gallerista che, dietro pagamento, sarà in grado di aiutarti. In questo modo, riuscirai a capire come stabilire il prezzo dei propri quadri e come vendere in maniera facile le tue opere d’arte.

Come vendere le proprie stampe on line?

Così come per i quadri, anche nel caso delle stampe potrai decidere di realizzare un sito personale, in cui vendere le stampe on line, ma anche delle piattaforme già pronte come quella di Etsy. In questo modo, difatti, potrai risparmiare del tempo e metterti subito in pista per la vendita delle tue stampe. Ora che sai come vendere quadri e stampe online, non ti resta che metterti all’opera e provare ad applicare sempre di più il tuo lavoro artistico.

 


Condividici
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •  
  •