Pressione alta, sintomi e cause

Pressione alta, sintomi e cause

5 Aprile 2022 0 Di Mel

La pressione alta è anche nota con il nome di ipertensione. Ma quali sono i sintomi e le cause della pressione alta? Scopriamolo insieme in questo breve articolo a scopo informativo e divulgativo. 

Che cos’è la pressione alta?

La pressione sanguigna è la forza che il sangue in circolo esercita sulle pareti delle arterie in coincidenza con le pulsazioni cardiache. La pressione dipende da quanto sangue è necessario inviare verso organi e tessuti. Il nostro organismo riesce ad autoregolarsi, dando la pressione necessaria per svolgere la funzione di irrorare opportunamente il corpo.

La pressione alta o ipertensione arteriosa è un disturbo che interessa la nostra pressione sanguigna. Come sapete la pressione sanguigna ha valori considerati normali. Quando i valori a riposo sono maggiori rispetto a quelli considerati normali, si parla di pressione alta. Non è un disturbo occasionale e isolato, bensì stabile e ricorrente. Per questo motivo è equiparato ad una vera e propria patologia. Pensate, nei paesi industrializzati, la pressione alta interessa il 20% degli adulti.

Sintomi della pressione alta

La pressione si definisce alta o la persona si definisce ipertesa quando il valore massimo (cioè la sistolica, quando il cuore si è contratto) supera i 140 mmHg e il minimo è uguale o superiore a 90 mmHg. Se la misurazione è domiciliare, i valori di riferimento sono di 5 mmHg inferiori rispetto ai due ora citati.

LEGGI ANCHE  Cellulite, cause e rimedi

Per avere la certezza che si è affetti da pressione alta, bisogna eseguire la misurazione per 3 volte a un minuto o due di distanza l’una dall’altra. Al pari di altre patologie subdole e silenziose, come il glaucoma in ambito oculare, anche la pressione alta non dà sintomi. Può capitare dunque che chi ne è affetto non ne sia consapevole. Non a caso, la patologia è anche soprannominata “killer silenzioso”.

Cause e fattori di rischio della pressione alta

La pressione arteriosa spesso non ha cause ben precise o meglio non è sempre capire quali sono le sue cause. Solo il alcuni casi è possibile capirne le cause: e questi casi si identificano con il nome di ipertensione secondaria. I fattori di rischio dell’ipertensione sono:

  • predisposizione genetica
  • età
  • fumo e alcolici
  • dieta ipercalorica
  • uso smodato di sale
  • vita sedentaria
  • stress: lo stress è una situazione che mette il corpo in allerta, il quale si prepara ad all’azione aumentando la gettata sanguigna e il ritmo cardiaco. Se questa condizione è occasionale, non accade nulla. Diverso è il caso se invece questa condizione si cronicizza.

Cosa succede se si ha la pressione alta?

La pressione alta può avere delle conseguenze sulla nostra salute. In particolar modo se la diagnosi non è tempestiva e non si inizia subito la terapia ipotensiva. Le conseguenze della pressione alta possono essere:

  • patologie cardiache
  • malattie renali (insufficienza renale)
  • malattie cerebrali
  • infarto del miocardio
  • ictus cerebrale
LEGGI ANCHE  Ecco perchè il freddo fa dimagrire

Pressione alta: come si cura?

Se vi rendete conto di soffrire di pressione alta, non spaventatevi. Innanzitutto per avere la certezza di avere la pressione alta bisogna eseguire diverse misurazioni. Quando si è certi della diagnosi, bisogna rivolgersi tempestivamente al proprio medico. La tempestività è tutto. Come detto, la patologia è tutto sommato silente, ma i danni che questa può causare nel tempo possono essere seri e irreversibili.

Per trattare la pressione alta si interviene su due fronti: quello dello stile di vita e quello farmacologico. Partiamo dal principio.

Rimedi per la pressione alta che hanno a che fare con gli stili di vita

  • smettete o evitate di fumare
  • diminuire l’uso del sale
  • mangiare frutta e verdura in abbondanza
  • controllare il proprio peso corporeo
  • evitare situazioni stressanti
  • praticare un po di attività fisica con regolarità

Rimedi per la pressione alta sul fronte farmacologico

  • farmaci ACE inibitori
  • calcio antagonisti
  • beta bloccanti
  • sartani
  • diuretici tiazidici

Come sempre in medicina, la prevenzione è tuttavia d’obbligo. Dunque, è fondamentale alimentarsi correttamente ed avere uno stile di vita sano ancor prima di diagnosticare l’ipertensione.