Orologi Rolex, 3 innovazioni tecniche alla base del successo

Orologi Rolex, 3 innovazioni tecniche alla base del successo

3 Novembre 2022 0 Di Ilary

Orologi Rolex, un secolo di tecnica, estetica, storia

Gli orologi Rolex esistono da un secolo: erano infatti i primi del Novecento quando nasceva il celebre marchio del lusso che a tutti noi piace sfoggiare al polso. C’è chi ama (e può) concedersi un orologio Rolex nuovo, chi invece si orienta verso gli orologi Rolex usati. Sia come sia, di strada ne è stata fatta, e di modelli ne sono stati creati. A partire dal celebre Oyster e sino ad oggi, il segreto del successo degli orologi Rolex non risiede solamente in una serie di scelte di indole estetica eleganti e senza tempo, ma anche nell’implementazione di una serie di innovazioni tecniche ben precise. Vere e proprie invenzioni che hanno fatto degli orologi Rolex accessori indistruttibili, precisissimi e durevoli nel tempo. Conosciamole assieme. 

Il Rotore Perpetual

Come tutti sappiamo all’origine degli orologi Rolex ci fu il famoso modello Rolex Oyster. Con l’Oyster già durante i primi anni del Novecento, il neonato brand degli orologi di lusso raggiunse innumerevoli risultati:

  1. risvegliare l’interesse degli acquirenti verso orologi da polso anzichè orologi da taschino
  2. proporre una gamma di orologi per uomo e per donna
  3. riuscire a mettere a punto il primo orologio impermeabile al mondo
  4. raggiungere l’obiettivo di precisione estrema
LEGGI ANCHE  Orologi Rolex, ecco svelato perchè sono così pregiati

Pur tuttavia, e nonostante l’Oyster fosse un orologio impermeabile, andava caricato tutti i giorni manualmente. E per compiere questa operazione era necessario svitare la corona. Finalmente, nel 1931 Rolex inventa il famosissimo rotore Perpetual. Era l’antenato dei moderni sistemi di carica automatica: muovendo solamente il polso, l’orologio si caricava automaticamente e continuamente. Una vera rivoluzione.

Corona Rolex e Rolesor due nuovi traguardi tecnologici ed estetici degli orologi Rolex

Arriviamo dunque agli anni Trenta del Novecento perché il colosso dell’orologeria svizzera ad altissima precisione mettesse a punto due altre innovazioni tecnologiche ed estetiche capaci di identificare Rolex nel mondo. La prima è la bellissima Corona Rolex, che oggigiorno come non mai identifica e simboleggia il marchio in tutto il mondo. La corona Rolex fu depositata, pensate, nel 1931. E’ proprio tra il 1930 e il 1931 che la corona fa per la prima volta capolino sugli orologi Rolex. Negli anni 50 del Novecento, invece, farà la sua comparsa sulla corona di carica. E sempre negli anni Cinquanta la corona Rolex sostituisce anche l’indice delle ore 12 sui quadranti.

Un’altra novità depositata nel 1933 è il Rolesor: si tratta dell’abbinamento tra oro e acciaio, una associazione che è diventata in molti modelli una vera e propria cifra stilistica estetica degli orologi Rolex.

 

LEGGI ANCHE  Rolex Oyster, perché è così speciale