Polizia mortuaria e regolamenti cimiteriali

Polizia mortuaria e regolamenti cimiteriali

28 Settembre 2023 0 Di Ilary

Polizia Mortuaria e Regolamenti Cimiteriali, conosciamo meglio le competenze della prima e le caratteristiche dei secondi. La Polizia Mortuaria è quell?autorità amministrativa avente il ruolo di vigilare su tutte le attività annesse e connesse ai decessi delle persone e di garantirne il corretto andamento. Ci riferiamo dunque al trasporto delle salme, alle sepolture, alla corretta gestione dei sepolcri e così via. La Polizia Mortuaria lavora quotidianamente con le regioni, i comuni, le aziende sanitarie locali e le autorità giudiziarie. Il termine Polizia è forse usato impropriamente, in quanto la Polizia Mortuaria riveste un ruolo di tipo amministrativo che non ha nulla a che vedere con il campo d?azione della Polizia di Stato.

Quali sono gli atti che solitamente redige la Polizia Mortuaria

La Polizia Mortuaria si occupa di redigere degli atti. I più comuni sono:

  • dichiarazione di morte
  • certificato necroscopico
  • certificato della causa di morte
  • nulla osta dell?Autorità Giudiziaria
  • autorizzazione al trasporto
  • permesso di seppellimento
  • autorizzazione ALLA CREMAZIONE

Si tenga presente, tuttavia, che le competenze della Polizia Mortuaria sono indicate dai Comuni di pertinenza e dunque che queste possono variare leggermente laddove ci si sposti in un comune differente dal nostro. In generale, il legame tra Comune, Polizia Mortuaria e ASL locale è sempre molto stretto. E? il comune a definire le mansioni specifiche della Polizia Mortuaria, così come a dare le opportune autorizzazioni alle agenzie di onoranze funebri, a stabilire i regolamenti per la gestione degli obitori e per il trasporto delle salme, ed a coinvolgere l?ASL relativamente alle necessità in materia di medicina pubblica e di igienistica.

LEGGI ANCHE  Cremazione significato del termine

Cosa sono i regolamenti cimiteriali

Il Regolamento di Polizia Mortuaria approvato con D.P.R n 285 del 10 settembre 1990, a cura del Ministero della Sanità, stabilisce alcune norme relativamente alle denunce di morte, alle dichiarazioni di morte, al periodo di osservazioni dei cadaveri, al trasporto dei cadaveri ed alle sepolture, alla gestione degli obitori e molto altro. In particolare, all?interno di questo regolamento è indicato con precisione come procedere in caso di cremazione e come conservare le ceneri all?interno di urne cinerarie. Infine, e sempre in merito ai regolamenti cimiteriali, la normativa indica anche le sanzioni previste in caso di inosservanza di quanto in essa prescritto.

Cosa dice la legge sulla sepoltura in Italia

La Polizia Mortuaria fa riferimento al Testo Unico delle Leggi Sanitarie (R.D. 1265/34). Questo insieme di leggi regola e stabilisce le leggi sulla sepoltura e sulla gestione dei cimiteri nel nostro paese. Uno dei requisiti obbligatori di ciascun comune d?Italia è quello di avere un cimitero dove poter procedere alla inumazione dei cadaveri, ovvero al seppellimento nella terra nuda (all?interno di un feretro, naturalmente). La normativa indica anche le necessarie distanze dal centro abitato, vieta il seppellimento dei cadaveri al di fuori del cimitero e regola le attività dei forni crematori.

LEGGI ANCHE  Detrazione spese funebri, cosa c'è da sapere

Polizia Mortuaria e Regolamenti Cimiteriali: in conclusione

Concludendo, la Polizia Mortuaria in sinergia con i Comuni e con le ASL opera al fine di vigilare su tutte le attività connesse alla gestione dei defunti dal momento della morte sino a sepoltura avvenuta e con essi degli obitori, dei cimiteri e delle agenza funebri, in ottemperanza a quanto stabilito dalla legislazione vigente.